i miei articoli

img il rischio

QUARANTENA E GENITORIALITÀ: IL RISCHIO DI UN DOLOROSO CONFRONTO

Il protrarsi della “reclusione” in casa con i figli, inevitabilmente, mette sempre più in discussione il proprio essere genitori.Ogni sera, a fine giornata, ci si interroga (più di prima) sul proprio operato di madre o padre: Potevo stimolarlo maggiormente?Potevo gestire diversamente una crisi?L’ho “parcheggiato” troppo davanti a uno schermo (tv, tablet o cellulare)?Potevo cucinargli cibi più salutari?Potevo, potevo, potevo …. Gli interrogativi che ci possiamo fare in questo periodo come genitori sono veramente tanti, forse troppi… Alcuni interrogativi sul nostro essere genitori sufficientemente adeguati ci sorgono sovente anche dal vedere

Leggi

L’INUTILITÀ DELLE PUNIZIONI

Al termine della prima settimana di “reclusione” forzata con i bimbi “al tempo del coronavirus”, dedico questo post ai genitori (ma, in particolare, alle mamme che mi hanno scritto che si sentono in difficoltà nella gestione quotidiana di bizze e arruffati ).Innanzitutto, voglio dirVi che non siete soli: siamo tutti sulla stessa barca! Tutti abbiamo giornate più o meno positive, in alternanza a momenti di tensione e nervosismo, che questa situazione nuova e inaspettata sono NORMALI!Siamo umani e viviamo di EMOZIONI!Che fare, però, quando i nostri figli sembrano farci impazzire?RINUNCIATE

Leggi
img l'unica persona

L’UNICA PERSONA CHE POSSIAMO FAR CAMBIARE SIAMO NOI STESSI!!

“La credenza che gli adulti possano FARE IN MODO CHE i figli diano loro retta e siano in grado di FARLI cambiare è diffusa come l’aria.In effetti, la maggior parte delle persone considera responsabilità dei genitori FARE IN MODO CHE i figli si comportino bene. Queste persone, inoltre, ritengono che i genitori siano venuti meno al loro dovere quando i figli si comportano male, e che siano quindi inadeguati. Tali credenze, false e dannose, si tramandano da generazioni e nessuno sembra metterle in discussione.Dobbiamo riconsiderarle.Possiamo costringere i nostri figli a

Leggi
img trattiamo i nostri figli

TRATTIAMO I NOSTRI FIGLI COME VORREMMO ESSERE (STATI) TRATTATI

Immaginate di venire deportati su MARTE . Non sapete nulla di come si vive sul nuovo pianeta: non sapete dove potete andare né cosa potete toccare, non sapete cosa potete mangiare e cosa invece potrebbe esservi tossico, non sapete come si comunica né come si gestiscono le relazioni tra marziani e, addirittura, non sapete quando potete dormire o restare svegli.Ora, sinceramente, qual è la vostra speranza?Incontrare un marziano gentile che vi prenda sotto la sua ala protettiva, vi tenga al sicuro e vi spieghi con AMOREVOLEZZA come funzionano le cose

Leggi
img il rispetto

DISUBBIDIENZA NON È SINONIMO DI MANCANZA DI RISPETTO

Molti genitori mettono sullo stesso piano la disubbidienza e la mancanza di rispetto così etichettano come “irrispettosi” i figli che non si conformano ai loro desideri.Se la cameretta è in disordine ritengono che sia perché il figlio non ascolti e se, semplicemente, è stato distratto dai giochi o dagli amici?Se il figlio non vuole farsi il bagno/doccia, prendono il diniego come un atto di sfida personale e se, invece, più semplicemente, fosse che la richiesta è arrivata in un momento poco opportuno x il bimbo perché preso in un’altra attività?Mettendo

Leggi
img nessuno può farci arrabbiare

NESSUNO PUÒ FARCI ARRABBIARE SENZA IL NOSTRO PERMESSO!

“Guarda che cosa mi hai fatto fare?”“Non costringermi a mandarti in camera tua!”“Mi stai facendo diventare matta!”Chi non ha mai pronunciato queste frasi al proprio figlio o partner in un momento di tensione?Quando ricorriamo a queste frasi rabbiose stiamo attribuendo al nostro interlocutore (figlio o partner che sia) il potere di controllare il nostro stato d’animo!Se siamo convinti che il nostro partner stia tirando fuori il peggio di noi, gli accordiamo questo potere.Se siamo convinti che nostro figlio ci stia facendo urlare, lo renderemo padrone di noi.Non preferiremmo avere noi

Leggi
img san valentino

SAN VALENTINO: LA FESTA DEGLI INNAMORATI O L’ELOGIO ALL’AMORE

“Ciascuno di noi è facile da amare in certi momenti e difficile da sopportare in altri.È facile amare i nostri figli quando fanno ciò che chiediamo loro appena glielo diciamo.È facile amare i nostri compagni quando siamo d’accordo (…)È facile amare noi stessi quando siamo all’altezza delle nostre personali aspettative” (B. A. Bailey)È più difficile quando gli altri non si comportano come avremmo sperato, quando la vita non va come l’avremmo desiderata o quando le nostre stesse azioni ci lasciano con l’amaro in bocca.Si dice sia facile AMARE, che l’AMORE

Leggi
img il malessere di un figlio

IL MALESSERE DI UN FIGLIO E I SENSI DI COLPA DI UNA MADRE

Il malessere psichico di un figlio (di qualunque età sia) interroga sempre molto i genitori, ahimè, in particolare le madri.Le cause di un disagio psichico (sia esso transitorio o cronicizzato) non sono mai banali ma multifattoriali e vanno ricercate innanzitutto nella storia familiare del soggetto, fino all’infanzia dei genitori stessi. Le spiegazioni semplicistiche del tipo “causa-effetto” sono pericolose oltre che fuorvianti.“Marco è depresso perché la madre era depressa”,“Luigina è ansiosa perché la madre era troppo apprensiva”,oppure ancora “Quel bambino non parla perché i genitori non lo stimolano” sono AFFERMAZIONI PERICOLOSE

Leggi
img genitori consapevoli

GENITORIALITÀ CONSAPEVOLE VS GENITORIALITÀ “COME MI VIENE”

Che tutti i genitori dicano di AMARE i propri figli è cosa indiscussa! Anzi, a domanda esplicita (“Ma Lei ama suo figlio?”) ho spesso riscontrato sguardi stupiti, attoniti, come se fosse strano anche solo averne il dubbio.Che non esistano genitori di serie A e genitori di serie B è altrettanto vero quanto ovvio: ogni genitore fa quello che fa pensando sia il MEGLIO per il proprio figlio.Qual’è il punto, allora?La questione è annosa ma si potrebbe semplificare riducendola a due punti:– cosa significa AMARE?– cos’è IL MEGLIO per un bambino?A

Leggi
img spunti per riflettere

GENITORIALITÀ CONSAPEVOLE: SPUNTI PER RIFLETTERE

“Stalin era figlio unico di un alcolista, che lo picchiava di continuo, e di una madre per lo più assente che non gli offriva alcuna protezione e riceveva anch’essa la sua parte di maltrattamenti. Alla nascita di questo figlio, ne aveva già perduti tre, come la madre di Hitler. Josef, unico a sopravvivere, non sapeva se di lì a poco sarebbe stato ucciso dal padre. Queste folli paure rimosse sopravvivono nello Stalin adulto in forma di paranoia, di delirio, secondo cui tutti attentano alla sua vita. Per questo motivo, negli

Leggi
img il rischio

QUARANTENA E GENITORIALITÀ: IL RISCHIO DI UN DOLOROSO CONFRONTO

Il protrarsi della “reclusione” in casa con i figli, inevitabilmente, mette sempre più in discussione il proprio essere genitori.Ogni sera, a fine giornata, ci si interroga (più di prima) sul proprio operato di madre o padre: Potevo stimolarlo maggiormente?Potevo gestire diversamente una crisi?L’ho “parcheggiato” troppo davanti a uno schermo (tv, tablet o cellulare)?Potevo cucinargli cibi più salutari?Potevo, potevo, potevo …. Gli interrogativi che ci possiamo fare in questo periodo come genitori sono veramente tanti, forse troppi… Alcuni interrogativi sul nostro essere genitori sufficientemente adeguati ci sorgono sovente anche dal vedere

Leggi

L’INUTILITÀ DELLE PUNIZIONI

Al termine della prima settimana di “reclusione” forzata con i bimbi “al tempo del coronavirus”, dedico questo post ai genitori (ma, in particolare, alle mamme che mi hanno scritto che si sentono in difficoltà nella gestione quotidiana di bizze e arruffati ).Innanzitutto, voglio dirVi che non siete soli: siamo tutti sulla stessa barca! Tutti abbiamo giornate più o meno positive, in alternanza a momenti di tensione e nervosismo, che questa situazione nuova e inaspettata sono NORMALI!Siamo umani e viviamo di EMOZIONI!Che fare, però, quando i nostri figli sembrano farci impazzire?RINUNCIATE

Leggi
img l'unica persona

L’UNICA PERSONA CHE POSSIAMO FAR CAMBIARE SIAMO NOI STESSI!!

“La credenza che gli adulti possano FARE IN MODO CHE i figli diano loro retta e siano in grado di FARLI cambiare è diffusa come l’aria.In effetti, la maggior parte delle persone considera responsabilità dei genitori FARE IN MODO CHE i figli si comportino bene. Queste persone, inoltre, ritengono che i genitori siano venuti meno al loro dovere quando i figli si comportano male, e che siano quindi inadeguati. Tali credenze, false e dannose, si tramandano da generazioni e nessuno sembra metterle in discussione.Dobbiamo riconsiderarle.Possiamo costringere i nostri figli a

Leggi
img trattiamo i nostri figli

TRATTIAMO I NOSTRI FIGLI COME VORREMMO ESSERE (STATI) TRATTATI

Immaginate di venire deportati su MARTE . Non sapete nulla di come si vive sul nuovo pianeta: non sapete dove potete andare né cosa potete toccare, non sapete cosa potete mangiare e cosa invece potrebbe esservi tossico, non sapete come si comunica né come si gestiscono le relazioni tra marziani e, addirittura, non sapete quando potete dormire o restare svegli.Ora, sinceramente, qual è la vostra speranza?Incontrare un marziano gentile che vi prenda sotto la sua ala protettiva, vi tenga al sicuro e vi spieghi con AMOREVOLEZZA come funzionano le cose

Leggi
img il rispetto

DISUBBIDIENZA NON È SINONIMO DI MANCANZA DI RISPETTO

Molti genitori mettono sullo stesso piano la disubbidienza e la mancanza di rispetto così etichettano come “irrispettosi” i figli che non si conformano ai loro desideri.Se la cameretta è in disordine ritengono che sia perché il figlio non ascolti e se, semplicemente, è stato distratto dai giochi o dagli amici?Se il figlio non vuole farsi il bagno/doccia, prendono il diniego come un atto di sfida personale e se, invece, più semplicemente, fosse che la richiesta è arrivata in un momento poco opportuno x il bimbo perché preso in un’altra attività?Mettendo

Leggi
img nessuno può farci arrabbiare

NESSUNO PUÒ FARCI ARRABBIARE SENZA IL NOSTRO PERMESSO!

“Guarda che cosa mi hai fatto fare?”“Non costringermi a mandarti in camera tua!”“Mi stai facendo diventare matta!”Chi non ha mai pronunciato queste frasi al proprio figlio o partner in un momento di tensione?Quando ricorriamo a queste frasi rabbiose stiamo attribuendo al nostro interlocutore (figlio o partner che sia) il potere di controllare il nostro stato d’animo!Se siamo convinti che il nostro partner stia tirando fuori il peggio di noi, gli accordiamo questo potere.Se siamo convinti che nostro figlio ci stia facendo urlare, lo renderemo padrone di noi.Non preferiremmo avere noi

Leggi
img san valentino

SAN VALENTINO: LA FESTA DEGLI INNAMORATI O L’ELOGIO ALL’AMORE

“Ciascuno di noi è facile da amare in certi momenti e difficile da sopportare in altri.È facile amare i nostri figli quando fanno ciò che chiediamo loro appena glielo diciamo.È facile amare i nostri compagni quando siamo d’accordo (…)È facile amare noi stessi quando siamo all’altezza delle nostre personali aspettative” (B. A. Bailey)È più difficile quando gli altri non si comportano come avremmo sperato, quando la vita non va come l’avremmo desiderata o quando le nostre stesse azioni ci lasciano con l’amaro in bocca.Si dice sia facile AMARE, che l’AMORE

Leggi
img il malessere di un figlio

IL MALESSERE DI UN FIGLIO E I SENSI DI COLPA DI UNA MADRE

Il malessere psichico di un figlio (di qualunque età sia) interroga sempre molto i genitori, ahimè, in particolare le madri.Le cause di un disagio psichico (sia esso transitorio o cronicizzato) non sono mai banali ma multifattoriali e vanno ricercate innanzitutto nella storia familiare del soggetto, fino all’infanzia dei genitori stessi. Le spiegazioni semplicistiche del tipo “causa-effetto” sono pericolose oltre che fuorvianti.“Marco è depresso perché la madre era depressa”,“Luigina è ansiosa perché la madre era troppo apprensiva”,oppure ancora “Quel bambino non parla perché i genitori non lo stimolano” sono AFFERMAZIONI PERICOLOSE

Leggi
img genitori consapevoli

GENITORIALITÀ CONSAPEVOLE VS GENITORIALITÀ “COME MI VIENE”

Che tutti i genitori dicano di AMARE i propri figli è cosa indiscussa! Anzi, a domanda esplicita (“Ma Lei ama suo figlio?”) ho spesso riscontrato sguardi stupiti, attoniti, come se fosse strano anche solo averne il dubbio.Che non esistano genitori di serie A e genitori di serie B è altrettanto vero quanto ovvio: ogni genitore fa quello che fa pensando sia il MEGLIO per il proprio figlio.Qual’è il punto, allora?La questione è annosa ma si potrebbe semplificare riducendola a due punti:– cosa significa AMARE?– cos’è IL MEGLIO per un bambino?A

Leggi
img spunti per riflettere

GENITORIALITÀ CONSAPEVOLE: SPUNTI PER RIFLETTERE

“Stalin era figlio unico di un alcolista, che lo picchiava di continuo, e di una madre per lo più assente che non gli offriva alcuna protezione e riceveva anch’essa la sua parte di maltrattamenti. Alla nascita di questo figlio, ne aveva già perduti tre, come la madre di Hitler. Josef, unico a sopravvivere, non sapeva se di lì a poco sarebbe stato ucciso dal padre. Queste folli paure rimosse sopravvivono nello Stalin adulto in forma di paranoia, di delirio, secondo cui tutti attentano alla sua vita. Per questo motivo, negli

Leggi
Elvira Ripamonti Psicoterapeuta

dottoressa

elvira ripamonti

Vorrei essere di aiuto a chiunque abbia la necessità di comprendere, affrontare o prevenire situaizoni di disagio emotivo, stress o sofferenza psichica.

seguimi sui canali social

Ascoltarsi
per ascoltare

il quoziente emotivo

“Nutrire il quoziente intellettivo dei nostri figli non basta.
Dobbiamo occuparci (anche) del loro quoziente emotivo."

I. Filliozat, 2001