i miei articoli

img intelligenza del cuore

INTELLIGENZA DEL “CUORE” COS’È E PERCHÈ È IMPORTANTE

L’intelligenza emotiva, nota anche come l’intelligenza “del cuore” è la capacità di:regolare le proprie reazioni emotive e di stress;identificare ciò che si prova, saperlo formulare, comprenderne l’origine e individuarne il motivo scatenante o le cause più remote;saper esprimere in modo appropriato ciò che si sente senza ferire nessuno;essere consapevoli dell’impatto che il nostro comportamento può avere sugli altri;saper riconoscere le emozioni altrui e reagire con EMPATIA;non aver più paura delle proprie paure ma riuscire a superarle.Avere l’intelligenza del cuore significa:smettere di arrabbiarsi con chi non ci ha fatto niente solo

Leggi
img la felicità dei figli

TULLY E LA LEGGEREZZA DELLA GIOVINEZZA SEPPELLITA DALLA MATERNITÀ

Un serata tranquilla, bimbo a letto presto e un film scelto quasi a caso tra le ultime proposte di sky: Tully, film del 2018 del regista J. Reitman.Tully è una moderna Mary Poppins in aiuto a Marlo (Charlize Theron), una mamma distrutta da un terzo figlio non propriamente cercato con un secondogenito impegnativo per via del suo essere “corky”, particolare, come le ripetono di continuo.Un film che fa riflettere sulla femminilità della madre di oggi afflitta dal tempo che passa quasi immobile, pur portando cambiamenti volontari e involontari, nel corpo

Leggi
img siamo tutti cresciuti

SIAMO TUTTI CRESCIUTI SANI…MA GUARDA CASO

“I miei genitori mi sculacciavano da bambino ma non sono traumatizzato”, afferma l’uomo denunciato dalla sua ex ragazza per violenze fisiche.“Da bambino mi lasciavano piangere finché non mi addormentassi per sfinimento e così male non sono cresciuto”, segnala l’uomo che di notte fa fatica ad addormentarsi.“Da piccolo mi punivano ma oggi sto bene”, dice l’uomo che ogni volta che commette un errore rivolge a se stesso parole di disprezzo come forma di autocastigo.“Da piccola volavano schiaffi quando facevo qualcosa di sbagliato e oggi ho un trauma chiamato educazione”, dice la

Leggi
img è timido

LA TIMIDEZZA: UN GIUDIZIO, UN’ETICHETTA APPICCICATACI DA ALTRI!!!

Gli adulti chiamano timidezza i pochi minuti che la maggior parte dei bambini (NORMALMENTE) impiega prima di stabilire un contatto. La domanda “è timido?” è più frutto del disagio dell’ADULTO dinnanzi a un bambino che non sa ancora rispettare i codici sociali, piuttosto che di un reale disagio del bambino.Un “buongiorno”/”ciao” che non arriva subitissimo mette in crisi l’adulto ma si dà del timido al bambino!NON LASCIATE CHE QUESTA ETICHETTA SI APPICCICHI A VOSTRO FIGLIO per non fargli pensare di non essere normale, rendendolo timido per davvero!!!Se qualcuno gliela incolla

Leggi
img padre

PADRE

Padre, papà, papi, babbo: modi diversi per dire di un ruolo genitoriale importante tanto per il FIGLIO quanto per la MADRE.Quando nasce un figlio si diventa padre ma come si fa a diventare un BUON PADRE?Purtroppo non esiste una ricetta universale, facile e di immediata applicazione per essere un buon padre (esattamente, peraltro, come non esiste un manuale d’istruzioni per essere una buona madre).Però, si può dire che:i figli sono sereni se in famiglia circola AMORE e RISPETTO e i genitori sanno dar loro SICUREZZA;non esiste un modo giusto e

Leggi
img dare limiti

DARE LIMITI

…Senza passare per la sculacciata, la paura o la minaccia: un esempio concreto.Come spiegare a un bambino di 3 anni che non deve strappare le foglie della pianta del vicino?Prima di tutto riconoscendo il bambino come un SOGGETTO PENSANTE con BISOGNI, DESIDERI e naturali spinte evolutive che spesso ci mettono in difficoltà!Quindi? Che fare? Come possiamo leggere questo gesto dello strappare le foglie?Il bambino sta sperimentando le sue competenze motorie e, ancor più, sta esplorando un elemento della natura che ha trovato sul suo percorso (bisogno, spinta evolutiva) MA non

Leggi
img chi ti ama

UNA SCULACCIATA NON HA MAI UCCISO NESSUNO!!! SBAGLIATO

Una sculacciata uccide la fiducia del bambino verso chi gliela infligge;una sculacciata uccide l’idea benevola che il bambino ha verso il mondo;una sculacciata uccide l’autostima del bambino!UNA SCULACCIATA MANDA IN CORTOCIRCUITO IL MONDO EMOTIVO DEL BAMBINO e gli trasmette l’idea che chi lo ama lo può ferire!Una sculacciata, nella mente del bambino, apre la “finestra della possibilità: CHI TI AMA, TI PUÒ FAR MALE!”.A chi non è capitato, sentendo fatti di cronaca nera, di domandarsi (quasi) irritato come sia possibile che quella donna (purtroppo, ormai morta o ricoverata in gravissime

Leggi
img i sentimenti

BASTA…

“Bastaaaaa … ho detto BASTAAAA !!! Adesso vai in castigo! Stai fermo lì e pensa a quello che hai fatto!”Quante volte abbiamo gridato questa frase o ci siamo trattenuti ma avremmo voluto farlo?Quante volte siamo arrivati al limite della nostra pazienza?Certo, siamo umani! La pazienza di tutti ha un limite ma è il SIGNIFICATO che diamo al comportamento del bambino che ci aiuta a ritrovare la calma o, all’opposto, a caricarci come molle pronte ad esplodere.Ma devo darVi una notizia sorprendente:UN BAMBINO CHE VI ESASPERA NON LO FA APPOSTA!NO, NON

Leggi
img emozioni

ALLE EMOZIONI NON SI COMANDA

“Non essere triste”, “Non piangere”, “Stai calmo”, “Non gridare”, “Non ci pensare”, “Non essere arrabbiato”, sono tutte frasi che troppo spesso PURTROPPO diciamo o ci siamo sentiti dire ma che non fanno altro che alimentare il senso di SOLITUDINE e INCOMPRENSIONE del soggetto triste, deluso, arrabbiato, ect.Perché, talvolta, è così difficile vivere e stare davanti a qualcuno che prova tristezza/delusione/rabbia/frustrazione/gelosia?Sono forse queste emozioni meno (socialmente) accettabili della gioia/serenità/appagamento/soddisfazione?Quando abbiamo imparato che ci sono emozioni di serie A ed emozioni di serie B? A che prezzo?Le emozioni sono semplicemente EMOZIONI: NON

Leggi
img i figli che vorremmo

QUALI OBIETTIVI ABBIAMO A LUNGO TERMINE PER I NOSTRI FIGLI? COME VORREMMO CHE SIANO DA GRANDI?

Fermiamoci un attimo a pensare a come risponderemmo alla domanda. Desideriamo che i figli possano essere adulti SERENI, felici, equilibrati, indipendenti, realizzati, responsabili, sani, affettuosi, curiosi e sicuri di sé?E, allora, chiediamoci, in tutta sincerità, se le nostre azioni quotidiane possono realmente contribuire a rendere nostro figlio l’adulto che vorremmo!Quello che gli ho detto al ristorante sabato sera può, anche in minima parte, contribuire a renderlo felice, equilibrato, indipendente, realizzato, eccetera eccetera, oppure c’è la possibilità che il modo in cui tendo a gestire certe situazioni renda tali risultati meno

Leggi
img intelligenza del cuore

INTELLIGENZA DEL “CUORE” COS’È E PERCHÈ È IMPORTANTE

L’intelligenza emotiva, nota anche come l’intelligenza “del cuore” è la capacità di:regolare le proprie reazioni emotive e di stress;identificare ciò che si prova, saperlo formulare, comprenderne l’origine e individuarne il motivo scatenante o le cause più remote;saper esprimere in modo appropriato ciò che si sente senza ferire nessuno;essere consapevoli dell’impatto che il nostro comportamento può avere sugli altri;saper riconoscere le emozioni altrui e reagire con EMPATIA;non aver più paura delle proprie paure ma riuscire a superarle.Avere l’intelligenza del cuore significa:smettere di arrabbiarsi con chi non ci ha fatto niente solo

Leggi
img la felicità dei figli

TULLY E LA LEGGEREZZA DELLA GIOVINEZZA SEPPELLITA DALLA MATERNITÀ

Un serata tranquilla, bimbo a letto presto e un film scelto quasi a caso tra le ultime proposte di sky: Tully, film del 2018 del regista J. Reitman.Tully è una moderna Mary Poppins in aiuto a Marlo (Charlize Theron), una mamma distrutta da un terzo figlio non propriamente cercato con un secondogenito impegnativo per via del suo essere “corky”, particolare, come le ripetono di continuo.Un film che fa riflettere sulla femminilità della madre di oggi afflitta dal tempo che passa quasi immobile, pur portando cambiamenti volontari e involontari, nel corpo

Leggi
img siamo tutti cresciuti

SIAMO TUTTI CRESCIUTI SANI…MA GUARDA CASO

“I miei genitori mi sculacciavano da bambino ma non sono traumatizzato”, afferma l’uomo denunciato dalla sua ex ragazza per violenze fisiche.“Da bambino mi lasciavano piangere finché non mi addormentassi per sfinimento e così male non sono cresciuto”, segnala l’uomo che di notte fa fatica ad addormentarsi.“Da piccolo mi punivano ma oggi sto bene”, dice l’uomo che ogni volta che commette un errore rivolge a se stesso parole di disprezzo come forma di autocastigo.“Da piccola volavano schiaffi quando facevo qualcosa di sbagliato e oggi ho un trauma chiamato educazione”, dice la

Leggi
img è timido

LA TIMIDEZZA: UN GIUDIZIO, UN’ETICHETTA APPICCICATACI DA ALTRI!!!

Gli adulti chiamano timidezza i pochi minuti che la maggior parte dei bambini (NORMALMENTE) impiega prima di stabilire un contatto. La domanda “è timido?” è più frutto del disagio dell’ADULTO dinnanzi a un bambino che non sa ancora rispettare i codici sociali, piuttosto che di un reale disagio del bambino.Un “buongiorno”/”ciao” che non arriva subitissimo mette in crisi l’adulto ma si dà del timido al bambino!NON LASCIATE CHE QUESTA ETICHETTA SI APPICCICHI A VOSTRO FIGLIO per non fargli pensare di non essere normale, rendendolo timido per davvero!!!Se qualcuno gliela incolla

Leggi
img padre

PADRE

Padre, papà, papi, babbo: modi diversi per dire di un ruolo genitoriale importante tanto per il FIGLIO quanto per la MADRE.Quando nasce un figlio si diventa padre ma come si fa a diventare un BUON PADRE?Purtroppo non esiste una ricetta universale, facile e di immediata applicazione per essere un buon padre (esattamente, peraltro, come non esiste un manuale d’istruzioni per essere una buona madre).Però, si può dire che:i figli sono sereni se in famiglia circola AMORE e RISPETTO e i genitori sanno dar loro SICUREZZA;non esiste un modo giusto e

Leggi
img dare limiti

DARE LIMITI

…Senza passare per la sculacciata, la paura o la minaccia: un esempio concreto.Come spiegare a un bambino di 3 anni che non deve strappare le foglie della pianta del vicino?Prima di tutto riconoscendo il bambino come un SOGGETTO PENSANTE con BISOGNI, DESIDERI e naturali spinte evolutive che spesso ci mettono in difficoltà!Quindi? Che fare? Come possiamo leggere questo gesto dello strappare le foglie?Il bambino sta sperimentando le sue competenze motorie e, ancor più, sta esplorando un elemento della natura che ha trovato sul suo percorso (bisogno, spinta evolutiva) MA non

Leggi
img chi ti ama

UNA SCULACCIATA NON HA MAI UCCISO NESSUNO!!! SBAGLIATO

Una sculacciata uccide la fiducia del bambino verso chi gliela infligge;una sculacciata uccide l’idea benevola che il bambino ha verso il mondo;una sculacciata uccide l’autostima del bambino!UNA SCULACCIATA MANDA IN CORTOCIRCUITO IL MONDO EMOTIVO DEL BAMBINO e gli trasmette l’idea che chi lo ama lo può ferire!Una sculacciata, nella mente del bambino, apre la “finestra della possibilità: CHI TI AMA, TI PUÒ FAR MALE!”.A chi non è capitato, sentendo fatti di cronaca nera, di domandarsi (quasi) irritato come sia possibile che quella donna (purtroppo, ormai morta o ricoverata in gravissime

Leggi
img i sentimenti

BASTA…

“Bastaaaaa … ho detto BASTAAAA !!! Adesso vai in castigo! Stai fermo lì e pensa a quello che hai fatto!”Quante volte abbiamo gridato questa frase o ci siamo trattenuti ma avremmo voluto farlo?Quante volte siamo arrivati al limite della nostra pazienza?Certo, siamo umani! La pazienza di tutti ha un limite ma è il SIGNIFICATO che diamo al comportamento del bambino che ci aiuta a ritrovare la calma o, all’opposto, a caricarci come molle pronte ad esplodere.Ma devo darVi una notizia sorprendente:UN BAMBINO CHE VI ESASPERA NON LO FA APPOSTA!NO, NON

Leggi
img emozioni

ALLE EMOZIONI NON SI COMANDA

“Non essere triste”, “Non piangere”, “Stai calmo”, “Non gridare”, “Non ci pensare”, “Non essere arrabbiato”, sono tutte frasi che troppo spesso PURTROPPO diciamo o ci siamo sentiti dire ma che non fanno altro che alimentare il senso di SOLITUDINE e INCOMPRENSIONE del soggetto triste, deluso, arrabbiato, ect.Perché, talvolta, è così difficile vivere e stare davanti a qualcuno che prova tristezza/delusione/rabbia/frustrazione/gelosia?Sono forse queste emozioni meno (socialmente) accettabili della gioia/serenità/appagamento/soddisfazione?Quando abbiamo imparato che ci sono emozioni di serie A ed emozioni di serie B? A che prezzo?Le emozioni sono semplicemente EMOZIONI: NON

Leggi
img i figli che vorremmo

QUALI OBIETTIVI ABBIAMO A LUNGO TERMINE PER I NOSTRI FIGLI? COME VORREMMO CHE SIANO DA GRANDI?

Fermiamoci un attimo a pensare a come risponderemmo alla domanda. Desideriamo che i figli possano essere adulti SERENI, felici, equilibrati, indipendenti, realizzati, responsabili, sani, affettuosi, curiosi e sicuri di sé?E, allora, chiediamoci, in tutta sincerità, se le nostre azioni quotidiane possono realmente contribuire a rendere nostro figlio l’adulto che vorremmo!Quello che gli ho detto al ristorante sabato sera può, anche in minima parte, contribuire a renderlo felice, equilibrato, indipendente, realizzato, eccetera eccetera, oppure c’è la possibilità che il modo in cui tendo a gestire certe situazioni renda tali risultati meno

Leggi
Elvira Ripamonti Psicoterapeuta

dottoressa

elvira ripamonti

Vorrei essere di aiuto a chiunque abbia la necessità di comprendere, affrontare o prevenire situaizoni di disagio emotivo, stress o sofferenza psichica.

seguimi sui canali social

Ascoltarsi
per ascoltare

il quoziente emotivo

“Nutrire il quoziente intellettivo dei nostri figli non basta.
Dobbiamo occuparci (anche) del loro quoziente emotivo."

I. Filliozat, 2001